News

  • Il Sole 24 Ore parla di noi STAR MEDICAL CENTER - AZIENDA ACCELLENTE

    - Clicca qui per vedere l'articolo

  • Nuove uscite pubblicitarie sui maggiori quotidiani nazionali 26-10-2015

    - La nostra pubblicità sui maggiori Quotidiani Nazionali Resto del Carlino - Il Giorno - La Nazione Clicca qui per vedere una delle pagine pubblicitarie pubblicate -

  • Nuove uscite pubblicitarie sui maggiori quotidiani nazionali

    La nostra pubblicità sul Quotidiano Nazionale IL GIORNO Clicca qui per vedere una delle pagine pubblicitarie pubblicate
    La nostra pubblicità sul Quotidiano Nazionale LA NAZIONE Clicca qui per vedere una delle pagine pubblicitarie pubblicate
    La nostra pubblicità sul Quotidiano Nazionale IL RESTO DEL CARLINO Clicca qui per vedere una delle pagine pubblicitarie pubblicate

  • Uscite pubblicitarie sui maggiori quotidiani nazionali

    Le due maggiori società di comunicazione pubblicitaria italiane: A.Manzoni & C. Spa e SPE Società Pubblicità Editoriale S.p.A. hanno collaborato con Star Medical Center Ltd per attivare e pubblicare diverse campagne pubblicitarie con varie uscite su quotidiani nazionali a maggior diffusione: La Repubblica ed Il Giorno/La Nazione/Il Resto Del Carlino. Clicca qui per vedere una delle pagine pubblicitarie pubblicate

  • Certificazione Qualità ISO 9001:2008

    Buongiorno Bellezza-Hair Transplant ha ottenuto la prestigiosa Certificazione Qualità ISO 9001:2008

  • Buongiorno Bellezza-Hair Transplant su Radio Latte Miele

    Campagna radiofonica nazionale di Buongiorno Bellezza-Hair Transplant su Radio Latte Miele, ascolta lo spot: https://www.youtube.com/watch?v=MOnBlov_ltY

  • Il trattamento chirurgico della calvizie

    La calvizie. Un problema per molti uomini, che può avere diverse cause. Per fortuna la scienza medica riesce, al giorno d'oggi, a rimediare a buona parte di questi problemi. In certi casi, come in quello di cui parleremo in questa intervista, con la chirurgia. Il trattamento chirurgico della calvizie è il tema di questa intervista al General Manager di Buongiorno Bellezza-Hair Transplant, ecco cosa ci ha spiegato.
    LA PRIMA DOMANDA RIGUARDA IL PROBLEMA DELLA CALVIZIE IN GENERALE: PERCHÉ ALCUNI UOMINI PERDONO I CAPELLI, MENTRE ALTRI LI CONSERVANO (QUASI) TUTTI FINO IN ETÀ AVANZATA?

    La calvizie comune o alopecia androgenetica colpisce oltre il 68% della popolazione maschile ed è considerata una condizione patologica cronica, geneticamente determinata, caratterizzata da una progressiva involuzione dei follicoli piliferi ad opera degli ormoni androgeni, con miniaturizzazione e scomparsa dei capelli che ne derivano e si è visto che colpisce in minor misura anche le donne. Una perdita fisiologica fino ad un massimo di cento capelli al giorno è considerata normale.
    Il follicolo pilifero è sotto controllo ormonale: l'azione degli androgeni (gonadici o surrenalici) è amplificata da un enzima, la 5-a-reduttasi che determina la trasformazione del testosterone in diidrotestosterone.
    L'azione di questo ormone, interagendo con i recettori specifici presenti nei bulbi piliferi di determinate zone ( regione frontale, coronale e vertice) genera nei soggetti geneticamente predisposti, la miniaturizzazione progressiva e la caduta prematura dei capelli.

    ESISTONO VARI TIPI DI APPROCCIO AL PROBLEMA DELLA CALVIZIE, QUELLO CHIRURGICO È SICURAMENTE UNO DI QUELLI CHE SI SONO RIVELATI PIÙ EFFICACI NEL RISOLVERE IL PROBLEMA. PUÒ SPIEGARCI QUALI SONO I TIPI DI CALVIZIE CHE POSSONO TRARRE BENEFICIO DA UN INTERVENTO CHIRURGICO, E QUALI I TIPI E LE TECNICHE DI INTERVENTO?
    E' bene specificare che la terapia medica funziona limitatamente al periodo di assunzione, e che i benefici che determina vanno persi non appena si sospende. Il trattamento chirurgico viene effettuato con successo in tutti i casi di alopecia androgenetica e cicatriziale.
    L'intervento piu' praticato è l'autotrapianto di capelli. Si basa sul concetto che i bulbi della regione laterale e posteriore della testa non presentano recettori ormonali, per cui una volta trapiantati nelle regioni glabre producono capelli che, essendo insensibili agli ormoni cresceranno senza problemi.
    La chirurgia della calvizie non permette di arrestare l'evoluzione di una alopecia androgenetica (così come non è possibile interrompere l'invecchiamento). Lo scopo è di correggere, almeno in parte, le conseguenze della caduta dei capelli. I suoi principi generali sono quelli di ridurre le zone glabre e di tentare di ottenere una ridistribuzione esteticamente più valida dei capelli restanti. E' possibile associare alla chirurgia una terapia medica di supporto con l'intento di arrestare o quantomeno limitare la caduta dei capelli non trapiantati.

    QUALE È IL DECORSO POST OPERATORIO, E DOPO QUANTO TEMPO DI PUÒ RIPRENDERE LA VITA SOCIALE?
    L'intervento non richiede degenza e il paziente dopo qualche giorno puo' riprendere la vita sociale, magari proteggendo la testa con un cappellino od una bandana.

    CI SONO CONTROINDICAZIONI ALL'INTERVENTO O POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI?
    Le controindicazioni relative sono l'età avanzata o troppo giovanile, il diabete, patologie sistemiche,cardiologiche o locali del cuoio capelluto.

    LA DOMANDA SPONTANEA È: SE LI HO PERSI UNA PRIMA VOLTA, POSSO PERDERLI NUOVAMENTE DOPO L'INTERVENTO CHIRURGICO, ANCHE SE PERFETTAMENTE RIUSCITO DAL PUNTO DI VISTA TECNICO?
    I capelli trapiantati non cadono più, possono essere necessari ulteriori interventi di infoltimento in seguito alla caduta dei capelli non trapiantati.

    QUALI SONO I COSTI INDICATIVI, TANTO PER AVERE UN'IDEA GENERICA, DI QUESTO TIPO DI INTERVENTI?
    I costi dell'intervento variano in base alla vastita' dell'area da trattare, alla clinica dove si effettua l'intervento ed al numero delle persone che compongono l'equipe ( i componenti devono essere almeno 5) e vanno indicativamente dai 6 ai 12 mila Euro questo prezzo si riferisce alle nostre Cliniche in Italiane, nella nostra Clinica di Istanbul il prezzo per un trapianto, indipendentemente dal numero di bulbi da trapiantare sarà di 2.250 Euro includendo anche il trattamento con PRP Gratuito, oltre a tutti transfert interni e tre notti gratuite in hotel.

    UN'ULTIMA DOMANDA CHE NON RIGUARDA I CAPELLI, MA LE CIGLIA. ABBIAMO LETTO CHE SI STA SPERIMENTANDO ANCHE QUESTO TIPO DI TRAPIANTO, ANCHE SE CON RISULTATI ANCORA ALTERNI. PUÒ PER CORTESIA DIRCI QUALCOSA IN PIÙ IN MERITO?
    La stessa tecnica può essere effettuata per l'infoltimento del sopracciglio e delle ciglia, ma richiede una equipe molto esperta per la maggiore delicatezza della zona da trattare, nella nostra Clinica di Istanbul abbiamo eseguito con successo già oltre 700 interventi su ciglia e sopracciglia..

  • l Plasma Ricco di Piastrine o PRP è una nuova terapia per la cura dei capelli.

    La ricerca medica ha messo in evidenza la necessità di utilizzare il Plasma ricco di Piastrine o PRP Capelli per rimediare ad alcune patologie cutanee.

    La cura con PRP (Plasma Ricco di Piastrine) è oggi una realtà certa in quanto i fattori di crescita in esso contenuto sono potenti regolatori vita delle cellule anche cutanee.

    Il PRP viene utilizzato già nella medicina dello sport, ortopedia, neurochirurgia, fino alla chirurgia estetica per velocizzare la guarigione delle ferite.

    Oggi si è pensato di utilizzare il PRP come terapia di sostegno nel trapianto di capelli proprio per i fatto ri di crescita descritti, quindi la tecnica del PRP viene associata per conservare e migliorare la vitalità dei follicoli dei capelli durante e dopo l'intervento favorendo la guarigione dei tessuti.

    Ma è soprattutto durante l'intervento FUE che il trattamento con PRP può essere utile. Per questo motivo i follicoli prelevati prima di essere innestati vengono posti in una soluzione idonea capace di mantenere temperatura, apporto nutritivo ed equilibrio chimico adeguato.

    Questa procedura serve proprio a tutelare le caratteristiche originali del follicolo estratto che altresi' potrebbe disidratarsi e subire danneggiamenti da rivascolarizzazione nel momento del reimpianto.

    L' azione promossa dal PRP è dovuta al suo contenuto in fattori di crescita piastrinico che inducono l'attivazione delle cellule staminali del follicolo pilifero stimolando il processo di produzione dei capelli.

    Noi di Buongiorno Bellezza Hair Transplant offriamo gratuitamente questa tecnica a tutti i nostri pazienti che si sottopongo al trapianto

  • Trapianto di capelli: la tecnica moderna che non lascia cicatrici

    La calvizie consiste nella perdita graduale dei capelli, si tratta di una patologia che può colpire sia uomini che donne ma che interessa i primi in maniera particolare poiché le donne vengono colpita da calvizie in percentuale minore rispetto agli uomini.

    Nel corso degli anni sono state elaborate diverse tecniche che consentono la ricrescita dei capelli, la prima è quella del trapianto di capelli, con esso si riesce a guarire, totalmente o parzialmente, le persone che sono affette da calvizie.

    Fino a poco tempo fa ricorrere al trapianto significava sottoporsi a veri e propri interventi chirurgici che comportavano tagli e cicatrici, oggi, esiste il trapianto che non lascia cicatrici, si tratta di una tecnica moderna, d’avanguardia ed è la soluzione ideale per riattivare l’attività produttiva dei follicoli che, con la calvizie, hanno smesso di svolgere il loro compito.

    Per ottenere una ricrescita naturale e senza cicatrici evidenti si deve ricorrere al trapianto delle singole unità follicolari, la quantità delle unità da trapiantare viene stabilita dai medici nel corso delle visite che vengono svolte prima dell’operazione ed il loro numero è diverso per ogni paziente.

    Vediamo quali sono i vantaggi del trapianto di singole unità follicolari, questi sono:

    - la copertura completa di ogni zona soggetta a calvizie;

    - l’assenza di cicatrici visibili, sia nell’area dalla quale vengono asportati i follicoli attivi sia nella zona in cui questi vengono successivamente trapiantati;

    - i risultati di questo tipo di trapianto sono permanenti.

    Il trapianto delle singole unità follicolari viene svolto adoperando uno specifico strumento di micro chirurgia, il Micro Implanter HC, questo è estremamente preciso e la sua invenzione risale a pochi decenni fa, si tratta di un apparecchio conosciuto nel settore medico come un micro drill a punta cava, quest’ultima viene utilizzata sia per l’espianto che per il trapianto delle unità follicolari.

    Il trapianto di capelli si svolge in tre fasi:

    1) La prima fase è quella nella quale viene eseguito il prelievo dei follicoli piliferi, tale processo è molto delicato, il medico deve fare molta attenzione allo scopo di mantenere i bulbi funzionanti anche dopo il trapianto.

    2) La seconda fase è quella più complessa, nel corso della quale è necessario impiantare nel cuoio capelluto delle micro sacche chirurgiche, queste devono accogliere le unità follicolari prelevate. I fori per l’applicazione delle sacche vengono praticati con l’ausilio del Micro Implanter HC e quindi le loro dimensioni saranno uguali a quelle del bulbo che verrà trapiantato. Tale procedimento non necessita di punti di sutura, le ferite sono molto piccole e guariscono in maniera autonoma.

    3) La terza fase, infine, è quella nel corso della quale i bulbi prelevati vengono inseriti nella zona affetta da calvizie. Al termina di questo procedimento al pazienze viene praticato un bendaggio compressivo.

    L’intervento dura più o meno tempo in base alla grandezza dell’area che si deve ricoprire, dopo qualche settimana il paziente inizia già a vedere dei risultati positivi che con il tempo miglioreranno sempre di più.

  • Il trapianto di capelli come tutta la chirurgia moderna diventa Mini-Invasivo

    Quando la caduta dei capelli inizia a farsi intensa può sopraggiungere il problema della cosiddetta calvizie, che nell’esser umano comporta un deterioramento pesante, soprattutto in alcune persone che possono anche chiudersi in se stessé rovinando così anche la propria vita sociale. Fortunatamente, il problema si può risolvere e ciò è possibile grazie ad un intervento chirurgico ovvero il trapianto di capelli.

    Il problema, che riguarda soprattutto l’uomo ed una percentuale inferiore di donne, può esser eliminato proprio grazie ad un trapianto di capelli che viene realizzato con le apparecchiature moderne ed avanzate: proprio grazie a quest’ultime, oggigiorno, è possibile far ritornare la propria chioma come quella di una volta, ma soprattutto senza alcune fastidiose cicatrici che potrebbero risultare brutte a vedersi e soprattutto potrebbero mettere in imbarazzo la stessa persona.

    Sottoponendosi a questo tipo d’intervento chirurgico è possibile eliminare un inestetismo che, molto spesso, demoralizza la persona a tal punto di farle perdere la propria autostima; dunque, con quest’operazione si può ritornare a condurre la propria vita di prima, quando ancora i cappelli non erano un problema.

    Il trapianto di capelli è certamente una soluzione da prendere in considerazione nel caso di forti stempiature oppure di totale perdita dei capelli. In pratica, con una procedura che prevede il trapianto di singole unità follicolari – con uno studio realizzato prima ancora dell’intervento che stabilisce quante unità devono esser sistemate – vengono ripristinate le zone da trattare e si otterrà un risultato molto naturale e senza alcune cicatrice. I capelli torneranno ad esser proprio come quelli di una volta e la vostra chioma sarà bella e vigorosa!

  • Lo stress per la crisi aumenta la calvizie.

    La crisi economica alimenta le preoccupazioni e con queste cresce lo stress. E con lo stress in tempo di crisi aumenta anche la calvizie. I dati sull’aumento delle calvizie sono stati raccolti dall’International Hair Research Foundation (IHRF), fondazione di ricerca per la patologia sui capelli A quanto riportato dall’IHRF c’è stato un aumento stimato intorno al 16% dell’incidenza della calvizie. Dovuto a questo aumento si registra un maggiore ricorso a trattamenti e a interventi per combattere il problema della perdita dei capelli. In particolare è in crescita, di circa il 22%, la richiesta del trattamento estetico Plasma Ricco di Piastrine (PRP), il quale è meno invasivo ma soprattutto meno costoso del trapianto.

    L’IMPATTO DI CRISI E PRECARIATO SUI CAPELLI – In questi giorni a Milano si sta tenendo il "2° Congresso Internazionale di Dermatologia sull'uso di fattori di crescita, terapia cellulare e plasma ricco di piastrine". Verranno analizzati proprio gli effetti dello stress da disoccupazione e l'impatto della crisi economica sui nostri capelli. Lo stress è una delle cause all’origine della perdita dei capelli e dell'alopecia. Un'indagine condotta a partire dall'inizio dello scorso anno ad oggi, con la collaborazione di 100 dermatologi, ha rilevato che con l’acuirsi della crisi economica e della precarietà del lavoro c’è stato un sensibile aumento di patologie cutanee legate alla perdita dei capelli.

    I DATI DELLA RICERCA – Per la ricerca sono stati presi in esame circa 500 pazienti adulti che hanno perso il lavoro, hanno subito la riduzione dello stipendio o la cassa integrazione (64% donne, 36% uomini, di eta' compresa tra i 30 e i 60 anni). Si è osservata la prima comparsa di chiazze di alopecia areata nel 5% dei soggetti (la media normale e' del 2%), una caduta importante e cronica dei capelli (defluvium telogenico) nel 46% dei casi (la media e' del 20%), dermatite seborroica e psoriasi nel 15% (media 2-3%), prurito diffuso nel 31% (media 3%) e l'insorgere del lichen ruber planus – malattia cutanea di origine immunitaria che colpisce circa l'1% della popolazione generale – nel 3% dei pazienti studiati.